ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI MODA

La Categoria Abbigliamento di Confartigianato Pavia è orientata a promuovere la crescita delle imprese attraverso azioni di rappresentanza sindacale, di formazione e sviluppo, con l’obiettivo di sostenere il valore delle competenze artigianali nella filiera della moda .

RAPPRESENTANZA SINDACALE

– Presenza attiva all’interno del comitato EBAV di Secondo livello;
– Collaborazione con le scuole e strutture di formazione tecnica professionale superiore in provincia;
– Azioni nei confronti di pratiche scorrette e concorrenza sleale;
– Dialogo e confronto con la Grande Committenza.

CONSULENZA

– Normativa di settore
– Consulenze personalizzate su problematiche di settore
– Accompagnamento a processi di aggregazione tra imprese

COMUNICAZIONE E PROMOZIONE

– Partecipazione a manifestazioni di moda;
– Visita in forma collettiva a mostre e fiere specializzate del settore;
– Partecipazione alle convention regionali e nazionali di settore;
– Organizzazione e informazione di convegni su tematiche di settore;
– Accompagnamento a processi di aggregazione tra imprese;
– Sviluppo di progetti di marketing di settore/filiera;
– Organizzazione di missioni esplorative ed economiche all’estero.

FORMAZIONE

– Partecipazione ad incontri di aggiornamento di carattere culturale e professionale;
– Organizzazione di corsi legati all’organizzazione e gestione dell’impresa;
– Collaborazione con le scuole e strutture di formazione tecnica.

PROGETTI

Tra i progetti significativi si segnala “L’Artigianato della Moda” realizzato con l’obiettivo di rispondere a due esigenze specifiche: da un lato, intervenire attivamente con un’azione di sensibilizzazione, ma anche di “dialogo” con le diverse rappresentanze della filiera (Maglieria, Confezioni e Pelletteria) per favorire un rilancio del settore; dall’altro, fornire alle piccole imprese contoterziste le conoscenze utili ad orientarsi e comprendere i cambiamenti delle aziende leader capofila, così da riorganizzarsi, aggiornare le proprie competenze e poter cogliere nuove opportunità.

La normativa di settore

Regio decreto 18 giugno 1931, n. 773″Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza” Capo VI – Delle industrie pericolose e dei mestieri rumorosi e incomodi

Funzionari di riferimento:

Matteo Montemezzani

matteo.montemezzani@confartigianato.pv.it

CONDIVIDI SU: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on Pinterest

Ultime Notizie Categoria Abbigliamento

MODA – Al via la rivoluzione del...

Basta con le brutte sorprese.