DAL 1 LUGLIO 2018 DIVIETO DI PAGAMENTO IN CONTANTI DEGLI STIPENDI

DAL 1° LUGLIO DIVIETO DI PAGARE GLI STIPENDI IN CONTANTI

 

Dal 1° luglio 2018 i datori di lavoro e i committenti non potranno più corrispondere in contanti le retribuzioni ed i compensi ai lavoratori. I pagamenti dovranno essere tracciabili e pertanto dovranno essere eseguiti esclusivamente mediante una delle seguenti modalità:

 

  • bonifico bancario (sul c/c identificato dall’IBAN del lavoratore);
  • strumenti di pagamento elettronico;
  • pagamenti in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento;
  • assegno consegnato direttamente al lavoratore o ad un suo delegato in caso di impedimento. Il delegato può essere il coniuge, il convivente o un familiare, in linea retta o collaterale del lavoratore, di età non inferiore a 16 anni.

 

In caso di violazione del predetto divieto, l’azienda potrà essere punita con una sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 5.000 euro.

 

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con nota n. 4538 del 22 maggio 2018, ha precisato che “la  firma  apposta  dal  lavoratore  sulla  busta  paga  non  costituisce  prova  dell’avvenuto pagamento della retribuzione”.

 

Sono esclusi da tale obbligo i rapporti di lavoro:

  • costituiti con le pubbliche amministrazioni;
  • domestico, stipulati in base al relativo CCNL.

 

Devono altresì ritenersi esclusi compensi

  • derivanti da borse di studio, tirocini, rapporti autonomi di natura occasionale.

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTARE L’UFFICIO SINDACALE.

Ufficio Sindacale

Associazione Artigiani della Provincia di Pavia

Tel. 0382.377558 / Mail: luca.vizzini@confartigianato.pv.it

CONDIVIDI SU: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on Pinterest