Rc Auto: il certificato di assicurazione deve essere sul veicolo

Come noto dal 19 ottobre non c’è più l’obbligo di esporre il contrassegno assicurativo.

Dal 19/10/2015 la copertura assicurativa è comprovata dal certificato di assicurazione che il conducente deve avere sul mezzo per essere esibito in occasione di un controllo su strada.

In merito all’accertamento, in via immediata e da remoto,  della validità della copertura assicurativa RC auto del veicolo, la Direzione Centrale per la Polizia Stradale del Ministero dell’Interno, con Circolare del 10 dicembre 2015, ha dettato alcuni importanti chiarimenti.

La Circolare fornisce istruzioni agli operatori di Polizia, nel caso rilevassero una discordanza tra le informazioni risultanti dalla banca dati del Ministero dei Trasporti e la data di scadenza riportata sul certificato assicurativo. Questa discordanza è possibile in quanto ci sono casi in cui le Compagnie hanno esteso la copertura di 30, 60 e, addirittura, 90 giorni oltre la data riportata sul certificato e i 15 giorni stabiliti per legge.

Dopo aver ricordato che, secondo l’attuale normativa, il certificato di assicurazione è l’unico documento che il conducente deve avere a bordo durante la circolazione su strada ai fini dell’assicurazione obbligatoria, la Circolare ha chiarito anche che

  • qualora la data di validità del certificato di assicurazione fosse diversa da quella risultante dalle banche dati (intendendosi per tali sia l’Archivio nazionale dei veicoli gestito dal Ministero dei Trasporti, sia quella dell’ANIA), con la prima (certificato) scaduta e la seconda non ancora, gli operatori di Polizia dovranno contestare la violazione dell’articolo 180, commi 1 e 7 del Codice della Strada, con l’invito ad esibire il certificato in corso di validità con la stessa scadenza indicata dalle banche dati. Nel caso opposto, quindi laddove risultasse scaduta soltanto la data riportata dalle banche dati, farà fede quella del certificato valido.
  • Negli accertamenti da remoto prevale la data del certificato di assicurazione valido o, eventualmente, l’attestazione dell’avvenuta stipula del contratto e del pagamento del relativo premio nei termini stabiliti, rilasciati dalla compagnia assicurativa.

Circolare-10.12.2015-Accertamento-Assicurativo

CONDIVIDI SU: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on Pinterest