Sistri: cosa succederà nel 2016?

La confusione è tale e tanta e il rush finale lo si giocherà solo all’ultimo momento, prima di Natale. Nella Legge di Stabilità in corso di approvazione, spuntano emendamenti quotidiani di proroga, sospensione del pagamento, gare d’appalto del nuovo Sistri…

I punti su cui attendiamo risposte per le imprese sono ad oggi:

  • la sospensione del doppio binario o del pagamento del contributo del 2016,
  • la data di inizio dell’applicabilità delle sanzioni (stratosferiche!) per le imprese che non hanno aderito,
  • i risultati della gara d’appalto per l’affidamento della nuova piattaforma informatica
  • un atto legislativo ufficiale che sancisca il passaggio al nuovo sistema (abolizione di chiavette usb e black box incluse),
  • cosa e come organizzarsi nel frattempo.

Di certo ad oggi sappiamo solo che:

  • dal 1 gennaio 2016 il Sistri (nella sua vecchia impostazione) e la tracciabilità sul suo portale avranno piena operatività.
  • partono le sanzioni per chi non ha aderito e per chi non opera correttamente le annotazioni di carico e scarico dei rifiuti prodotti (che vanno da 2.600 a 15.500 euro, e possono salire sino a 93 mila euro qualora si tratti di rifiuti pericolosi).

VI TERREMO AGGIORNATI NON APPENA SAPREMO QUALCOSA DI CERTO DAL GOVERNO.

CONDIVIDI SU: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on Pinterest