TRUCCO SEMIPERMANENTE: ARRIVANO I CHIARIMENTI DEL MINISTERO

Il Ministero dello Sviluppo Economico con nota n. 18706 del 20.1.2017 ha risposto ad un quesito relativo ai requisiti che occorrono per poter svolgere l’attività di trucco semipermanente, un trattamento volto all’abbellimento estetico di aree del viso o del corpo mediante l’introduzione di appositi pigmenti nello strato cutaneo superficiale.

Il Ministero partendo dal presupposto che l’attività professionale degli estetisti ricomprende tutte le prestazioni eseguite sulla superficie del corpo umano al fine di migliorarne l’aspetto estetico e che tale attività può essere svolta utilizzando anche apparecchi elettromeccanici, sottolinea che il Decreto Ministeriale 15.10.2015 n. 206 consente l’uso del dermografo per micro pigmentazione (scheda tecnico-informativa n. 23).

La nota conclude ritenendo che l’attività di trucco permanente da effettuarsi attraverso il dermografo è consentita a soggetti in possesso dei requisiti da estetista che abbiano inoltre ricevuto una idonea formazione certificata dal fabbricante dell’apparecchiatura o suo mandatario come previsto esplicitamente nella scheda tecnica n. 23 del dermografo.

Distinti saluti.

                                                    dott. Pietro Rizzi

Clicca qui per leggere la nota del Ministero

CONDIVIDI SU: Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on Pinterest